Storia top
Indonesia, sale il numero dei morti. Si teme una crisi sanitaria

Sono undici mila le persone che devono fare i conti con la carenza di acqua potabile e di medicinali

Lo tzunami che ha colpito le isole di Giacarta e Sumatria, in Indonesia, lo scorso 23 dicembre ha portato alla morte 429 persone.

Altre 154 sono disperse. Questo è il nuovo tragico bilancio secondo quanto riporta il Guardian che cita l'Agenzia indonesiana per la gestione delle calamità naturali. Una tragedia, appunto. E mentre le ricerce non si fermano, la situazione su queste isole è davvero complicata. È diventato difficilissimo portare i medicinali e i beni di prima necessità ai sopravvissuti e agli sfollati. Undici mila, infatti, sono le persone che devono fare i conti con la carenza di acqua potabile e di medicinali.

Gli operatori sanitari, intervenuti nelle isole dello Stretto della Sonda, distrutte dopo l'onda anomala scatenata dall'eruzione dell'Anak Karakatau, hanno lanciato l'allarme su una possibile crisi sanitaria. "Molti bambini sono malati, hanno la febbre, mal di testa e non hanno abbastanza acqua", denuncia Rizal Alimin, un medico volontario in una scuola trasformata in rifugio di fortuna.

Abu Salim, volontario dell'associazione Tagana, invece, ha spiegato che gli operatori umanitari riescono a malapena a stabilizzare la situazione. "Oggi ci concentriamo sull'assistenza ai rifugiati che si trovano nei centri, installiamo cucine e distribuiamo attrezzature logistiche - ha spiegato -. Le persone "non hanno ancora accesso all'acqua potabile, molti rifugiati sono andati in zone alte e non siamo stati in grado di raggiungerli".

Io e mio marito ci stiamo separando. Lui aveva un suo conto corrente dove gli veniva accreditato il suo stipendio. Il mio conto invece era cointestato e su di essi sono transitati, negli anni, il mio stipendio e somme che mi sono state date dai miei genitori nel corso degli...
I consigli di Brigette Hyacinth, esperta di gestione delle risorse umane: "Non bisogna dare per scontati i propri lavoratori. Non è solo una questione di denaro"

Mediamonitor, società specializzata nella gestione dei contenuti audio e video, ha ricevuto dalla British Library l'incarico di digitalizzare le trasmissioni radiofoniche custodite nella propria collezione

Il sito, fino a pochi giorni fa sponsorizzato da Trivago e Tripadvisor, ha cancellato migliaia di prenotazioni alberghiere senza rimborsare nessuno. Ora Avvocati dei Consumatori ne chiede l'immediata chiusura e mette a disposizione un modulo per denunciare la società

Il vicepremier leghista si impegna a negare il sussidio di Stato a chi bara sui requisiti. E sull'autonomia delle regioni del Nord assicura che la proposta finale del governo arriverà entro febbraio

Il cantiere previdenziale è in movimento, ecco cosa attende gli italiani: tagli agli assegni alti, sacrifici per quelli medi, pensione di cittadinanza, riscatto dei buchi contributivi, ape sociale, flat tax per i pensionati che si trasferiscono al Sud

Lo annuncia il sottosegretario al Lavoro. Il vicepremier cinquestelle al forum Agi sul digitale: "Mise baluardo contro derive antiweb"