Storia top
"Troppo sfarzo": Il discorso della Regina diventa "fuori luogo"

Il discorso della Regina Elisabetta II non è piaciuto ad alcuni utenti social, che l'hanno bollato come "sfarzoso" e "fuori luogo"

Il discorso di Natale della Regina Elisabetta è stato criticato da alcuni utenti sui social network.

Sullo sfondo la questione sociale, che potrebbe essere alimentata dalle previsioni nefaste riguardanti la Brexit. Il conto salato, sostengono alcuni analisti, influirà sull'esistenza concreta delle persone. Ma ancora non possiamo distribuire troppe certezze su quello che, almeno per ora, rimane un unicum nel palscoscenico politico - economico del Vecchio Continente. C'è pure chi è sicuro del contrario e asserisce che un'uscita di tipo "hard" sia destinata a produrre solo effetti favorevoli.

Sappiamo con certezza, invece, che il classico messaggio che la Regina è solita rivolgere ai suoi sudditi in occasione della Natività è stato condito da elementi bollati come "sfarzosi". Il cerimoniale prevede tutta una serie di componenti, le stesse che sono state definite "fuori luogo" da più di un commentatore social. Per la narrativa populista, che tende a interpretare questo genere di occasioni come elitario e troppo distante dai cittadini, pure il vertice reale del Regno Unito diviene un obiettivo.

L'Agi, che ha riassunto le rimostranze, ha sottolineato come i critici abbiano messo in evidenza un solco distanziante "il popolo", quello che in questa fase storica è costretto a soffrire un po' in tutta Europa, e quella che viene chiamata establishment. Si legge, così, persino di un accostamento tra Elisabetta II e una presunta mancanza di rispetto nei confronti delle persone in difficoltà. La Regina, dal canto suo, ha deciso di centrare il discorso sull'unità che dovrebbe costituire un presupposto indiscutibile di questo periodo.

Vale la pena sottolineare che la scrivania di Elisabetta II era occupata, differentemente da altre circostanze, dalla una sola fotografia: quella ritraente il principe Carlo. La successione non è ancora avvenuta, ma qualcuno, notando questo particolare, si è ricordato delle voci relative all'abdicazione. Nel 2014, la questione era balzata alle cronache proprio in vista del Natale. Quattro anni dopo, il trono del Regno Unito è ancora occupato dallo stesso inquilino.

Io e mio marito ci stiamo separando. Lui aveva un suo conto corrente dove gli veniva accreditato il suo stipendio. Il mio conto invece era cointestato e su di essi sono transitati, negli anni, il mio stipendio e somme che mi sono state date dai miei genitori nel corso degli...
I consigli di Brigette Hyacinth, esperta di gestione delle risorse umane: "Non bisogna dare per scontati i propri lavoratori. Non è solo una questione di denaro"

Mediamonitor, società specializzata nella gestione dei contenuti audio e video, ha ricevuto dalla British Library l'incarico di digitalizzare le trasmissioni radiofoniche custodite nella propria collezione

Il sito, fino a pochi giorni fa sponsorizzato da Trivago e Tripadvisor, ha cancellato migliaia di prenotazioni alberghiere senza rimborsare nessuno. Ora Avvocati dei Consumatori ne chiede l'immediata chiusura e mette a disposizione un modulo per denunciare la società

Il vicepremier leghista si impegna a negare il sussidio di Stato a chi bara sui requisiti. E sull'autonomia delle regioni del Nord assicura che la proposta finale del governo arriverà entro febbraio

Il cantiere previdenziale è in movimento, ecco cosa attende gli italiani: tagli agli assegni alti, sacrifici per quelli medi, pensione di cittadinanza, riscatto dei buchi contributivi, ape sociale, flat tax per i pensionati che si trasferiscono al Sud

Lo annuncia il sottosegretario al Lavoro. Il vicepremier cinquestelle al forum Agi sul digitale: "Mise baluardo contro derive antiweb"